Musica, al Conservatorio di Santa Cecilia il concerto “Il canto dei venti”

Proposti in sala i brani del compositore bulgaro Peter Dundakov: evento incluso nella rassegna "Europa in musica"

Il modo migliore per augurare buone feste. Il Conservatorio di Santa Cecilia di Roma ha accolto il concerto intitolato “Il canto dei venti”, realizzato grazie al sostegno finanziario del Ministero della Cultura della Bulgaria e caratterizzato dall’esecuzione di vari brani firmati dal compositore Peter Dundakov.

Un evento speciale, incluso nella rassegna “Europa in musica”, che ha consentito agli spettatori in sala di assistere all’emozionante show proposto da un ensemble di musicisti molto preparati: sul palco, tra gli altri, il trombettista jazz Rosen Zahariev e i soprani Gergana Dimitrova e Vera Girginova.

Sonorità al contempo sperimentali e affascinanti si sono susseguite in un flusso continuo, regalando emozioni attraverso un repertorio coerente nella sua varietà. A rendere più suggestivo il tutto, le immagini di Ivan Bogdanov proiettate su un grande schermo, alle spalle dei musicisti all’opera.

Occasioni del genere testimoniano quanto la musica riesca ad unire e ad amalgamare culture differenti, anche molto distanti tra di loro. A confermarlo anche Jana Yakovleva, direttrice dell’Istituto bulgaro di Cultura a Roma, che ha dato un importante contributo per rendere possibile la serata.

Categorie
Retesole International

Articoli consigliati