Elezioni X Municipio. Ecco i favoriti alla poltrona di minisindaco

Nove i contendenti alla poltrona di minisindaco di Ostia

Dopo due anni di stop, Ostia si prepara a ripartire. Si concluderà il 5 novembre il lungo inverno della frazione marina di Roma, commissariata per mafia e risanata, almeno sotto il profilo amministrativo, dal commissario Vulpiani.

Nove i contendenti alla poltrona di minisindaco del X municipio. Partiti storici, movimenti e liste civiche si sono spesi in una campagna elettorale che potrebbe riservare delle sorprese. A partire dal genere, infatti tra i tre candidati favoriti spuntano i nomi di due donne: Giuliana Di Pillo, del Moviento 5 stelle, e Monica Picca, di Fratelli d’Italia, contendono il primato a Athos De Luca, candidato del Pd.

Appaiono staccati gli altri nomi: Franco De Donno, di Mdp, Eugenio Bellomo, di sinistra Unita, e Luca Marsella, di Casapound. Anche le liste civiche sembrano in difficoltà: andrea Bozzi e Marco Lombardi sarebbero fuori dai giochi così come Giovanni Fiori, del Popolo della Famiglia.

Che Ostia sia un banco di prova importante lo dimostra l’impegno con cui la sindaca Raggi ha sostenuto la candidata pentastellata. Al secondo turno delle comunali che incoronarono Virginia Raggi prima sindaca di Roma, il movimento raggiunse a Ostia il 76 % dei voti. Dovrebbe essere scontato per la Di Pillo riuscire ad andare al ballottaggio. Forse proprio con l’altra donna data per favorita. Infatti Picca è sostenuta da tutto il centrodestra capitolino. Difficile che De Luca, sostenuto solo dal Partito Democratico, riesca a superare i voti ottenuti dalle due contendenti. E poi rimane da vedere che risultato otterrà Casapound, che negli ultimi giorni ha incassato il sostegno di uomini vicini al clan Spada. A decidere saranno i 240mila elettori chiamati alle urne per stabilire se dare un cambio netto alla politica del litorale o tornare a vecchi sistemi clientelari.

Categories
Senza categoria

RELATED BY