La festa per i 119 anni della Lazio finisce in guerriglia: a Prati feriti almeno 10 poliziotti

Giuseppe Vasapollo, responsabile della Comunicazione della SS Lazio Atletica Leggera, sul posto per partecipare ai festeggiamenti, ricorda i momenti di tensione nonostante la lontananza rispetto al corteo violento

Un appuntamento molto atteso e rovinato da una minoranza. La festa organizzata per celebrare il 119° compleanno della SS Lazio finisce in malo modo, con una rissa partita lungo via Cola di Rienzo, strada invasa da circa 300 tifosi biancocelesti pronti a staccarsi dalla folla presente in piazza della Libertà per andare contro le forze dell’ordine (il bollettino è di 7 agenti feriti, un ultrà arrestato e altri 3 supporter fermati).

Giuseppe Vasapollo, responsabile della Comunicazione della SS Lazio Atletica Leggera, sul posto per partecipare ai festeggiamenti, ricorda i momenti di tensione nonostante la lontananza rispetto al corteo violento. All’indomani dell’evento, le chiamate arrivate dal Municipio e dal Servizio Giardini per contribuire a rimettere in ordine una piazza destinata, non a caso, a fare da cornice alla manifestazione.

In merito alla brutta vicenda avvenuta nel quartiere Prati, il numero 1 del club capitolino, Claudio Lotito, afferma: «Non posso rispondere dei singoli, la responsabilità è personale e ognuno deve assumersi le colpe dei propri comportamenti».

Categories
Servizi

RELATED BY