L’Azerbaigian ricorda il poeta Nizami Ganjavi: evento alla Casa del Cinema di Roma

Grande omaggio nella Capitale all'artista nato a Ganja nel 1141: proiettato in sala il film balletto "Le sette belle", basato sui motivi del suo omonimo poema

Celebrazioni dovute nei confronti di un grande autore, un letterato che con il suo pensiero e la sua penna ha lasciato segni profondi nella cultura di un intero Paese, e non solo. Presso la Casa del Cinema di Roma si è tenuto un evento dedicato al poeta azerbaigiano Nizami Ganjavi, nato a Ganja nel 1141, quindi ben ottocentottant’anni fa.

A organizzare la serata l’Ambasciata dell’Azerbaigian in Italia, intenzionata a ricordare il prezioso lavoro dell’artista, capace di realizzare opere oggetto di numerose imitazioni nei secoli successivi.

Momento clou dell’appuntamento la proiezione del film balletto “Le sette belle”, basato sui motivi del suo omonimo poema. A precedere la visione del contributo in sala, la presentazione del volume intitolato “Il grande poeta azerbaigiano Nizami Ganjavi”, pubblicato in Italia grazie a Sandro Teti Editore.

Poche settimane prima dell’omaggio a Ganjavi, l’Ambasciata dell’Azerbaigian in Italia aveva celebrato sempre a Roma la città di Shusha, un patrimonio per storia e arte, liberata nel 2020 dopo anni molto sofferti. Facile comprendere come la cultura rivesta un ruolo fondamentale nella progettazione di numerose iniziative destinate a coinvolgere il pubblico.

Considerando l’importanza della musica ne “Le sette belle”, è stato ricordato come l’Azerbaigian abbia un ricco patrimonio a livello musicale e come sia la patria della prima opera e del primo balletto in Oriente.

Categorie
Retesole International

Articoli consigliati