Arte, alla Galleria Nazionale le creazioni di Antonietta Raphael

Mostra promossa dall'Istituto Lituano di Cultura e dall'Ambasciata di Lituania in Italia: esposti dipinti, sculture, opere su carta e non solo

Una lunga serie di lavori di grande impatto, con immagini significative esaltate da colori decisi: fino al 30 gennaio la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma ospita la mostra intitolata “Antonietta Raphael. Attraverso lo specchio”.

Curato da Giorgia Calò e Alessandra Troncone, il progetto espositivo che rende omaggio all’artista, morta proprio nella Capitale nel 1975, è promosso dall’Istituto Lituano di Cultura e dall’Ambasciata di Lituania in Italia.

Per lei, originaria di Kaunas, la Capitale ha rappresentato qualcosa di davvero importante, come testimoniato dalla sua lunga permanenza nella Città Eterna. La Lituania, dal canto suo, ritiene prezioso e di spessore il lavoro artistico lasciato all’umanità da un’esponente di spicco della Scuola romana.

La mostra punta a raccontare con chiarezza lo stile e la ricerca di Raphael, e lo fa attraverso una particolare selezione di creazioni che non includono soltanto dipinti, bensì sculture e opere su carta. Il percorso preparato per i visitatori si avvale anche della presenza di documenti, fotografie di famiglia, lettere e pagine dei suoi diari (completa l’esposizione una selezione di lavori del suo storico compagno, Mario Mafai).

Il titolo “Attraverso lo specchio” allude alla tendenza di Raphaël a trasformare la pratica artistica in uno strumento di indagine sul proprio mondo interiore. Inoltre, evoca dimensioni oniriche in cui la figura femminile risulta essere protagonista.

Specchio da intendersi come autorappresentazione e sdoppiamento, che diventa perciò il filo conduttore di una mostra in cui si esplora la ricca produzione di un’artista che non va dimenticata.

Categorie
Retesole International

Articoli consigliati