“Minoranza Arbereshe: aspetti sociali, culturali e religiosi” Il convegno

Il convegno celebra il centenario della costituzione della prima eparchia di Lungro ed è stato organizzato dalla capo missione dell'Ambasciata della Repubblica di Albania presso la Santa Sede

Gli arbereshe sono gli albanesi d’Italia, ovvero le popolazioni che si trasferirono nell’Italia meridionale tra il XV ed il XVIII secolo a seguito della morte dell’eroe nazionale Scanderbeg e della conquista dei territori da parte dell’Impero Ottomano. “Minoranza Arbereshe: aspetti sociali, culturali e religiosi” è il titolo del convegno ospitato nella sala Zuccari del Senato. In questa sede esponenti del mondo politico, culturale e religioso hanno evidenziato l’unicità e l’importanza di un popolo capace di compiere un piccolo miracolo: quello di mantenere salde le proprie radici e la propria lingua pur integrandosi completamente nel nuovo tessuto sociale. Tanti gli arbereshe che hanno dato un contributo unico alla politica italiana, Francesco Crispi e Stefano Rodotà ne sono solo due esempi. Il convegno celebra il centenario della costituzione della prima eparchia di Lungro ed è stato organizzato dalla capo missione dell’Ambasciata della Repubblica di Albania presso la Santa Sede ed il Sovrano militare Ordine di Malta, Majlinda Dodaj. Un’occasione per riflettere sulle mille componenti che legano Italia e Albania in un rapporto di amicizia e interdipendenza.

Categorie
Retesole International

Articoli consigliati