Derby da brividi: la Roma respira, rammarico in casa Lazio

Con l'obiettivo di presentarsi più competitiva al termine della sosta, la Roma accoglie Nikola Kalinic e Henrik Mkhitaryan: i "cugini" cercheranno di sfruttare le qualità dei veterani

Un pari che rincuora la Roma e che fa dannare la Lazio. Al di là del risultato, l’1-1 maturato allo Stadio Olimpico, nel match valido per la 2^ giornata di campionato, andrà certamente ricordato per lo spettacolo offerto da entrambi i club.

Incisivi a inizio gara ma poi in difficoltà con il passare dei minuti, in quanto alla performance i giallorossi non raggiungono nel complesso la sufficienza. Discorso simile per Paulo Fonseca, al suo 1° derby sulla panchina dei capitolini e non in grado, nel corso della partita, di trovare soluzioni efficaci per arginare la crescita progressiva dei rivali. Migliore in campo Bryan Cristante, esempio di impegno e maturità, da rivedere Justin Kluivert, comunque volenteroso.

Sfortunata ma poco cinica, la Lazio sforna una prestazione di livello aggiudicandosi un bel 7. Preparato come sempre Simone Inzaghi, il quale dovrà di certo porre attenzione su alcune amnesie difensive da evitare in futuro. Generoso e temibile Ciro Immobile, abbastanza discontinuo invece Senad Lulic.

Con l’obiettivo di presentarsi più competitiva al termine della sosta, la Roma accoglie Nikola Kalinic e Henrikh Mkhitaryan. I “cugini” cercheranno di sfruttare le qualità dei veterani.

Categories
Servizi

RELATED BY