La Roma si muove sul mercato. Presentato al CONI il progetto del nuovo stadio

Si attende l'annuncio di Pallotta per il rinnovo o meno del Capitano. Se Nainggolan dovesse partire idea Borja Valero. Intanto il Coni fornisce le password per caricare sul suo sito il progetto del nuovo Stadio

In casa Roma gli scenari aperti per quanto riguarda il calciomercato sono tanti. A giorni il Presidente James Pallotta farà il fatidico annuncio, in cui si scoprirà se Totti farà parte dell’AS Roma anche per la stagione 2016-17. Intanto i tifosi giallorossi stanno facendo la corsa per accaparrarsi un posto per Roma-Chievo, l’ultima possibile partita del Capitano all’Olimpico in caso di mancato rinnovo. Sul fronte cessioni rimane calda la pista che vedrebbe Nainggolan al Chelsea alla corte di Antonio Conte per la modica cifra di 36 milioni e un contratto quinquennale di 4,5 milioni a stagione al giocatore. L’affare potrebbe chiudersi prima dell’inizio degli Europei. Al posto del belga piace molto Borja Valero, perno del centrocampo della Fiorentina. La contropartita per arrivare allo spagnolo sarebbe Paredes, romanista in prestito all’Empoli, e gradito da Paulo Sousa. Altrimenti a Spalletti stuzzica l’idea di avere un centrocampista fisico e di peso. Da qui le ipotesi di Wistel, Fellaini o Wijnaldum, e per pensare in grande, c’è il sogno chiamato Yaya Tourè. Sempre in uscita Dzeko interessa in Bundesliga, e nel caso di una sua partenza, a Roma piace il Chiachiarito Hernandez di proprietà del Bayer Leverkusen. Suggestiva l’ipotesi Icardi, apprezzato molto da Luciano Spalletti, ma se non per proposte indecenti, l’Inter non se ne priverà facilmente. In difesa Caceres in scandenza con la Juventus ha il profilo giusto, è duttile, fisico e a costo zero. Sul capitolo riscatti sembra sconato quello di El Sharaawy, preso in prestito dal Milan per 1,4 milioni, e con 13 diventerà tutto della Roma. Infine attenzione alla corte Blaugrana a Mirelem Pjanic, che in caso di cessione porterebbe nelle tasche giallorosse un super incasso. Se si vuole competere in Champions League e tenere testa alla corazzata Bianconera però, forse qualche pezzo da 90 Pallotta e Sabatini dovranno tenerlo.
Negozi, bar, ristoranti, intrattenimento tutto l’anno. Sono solo alcune delle caratteristiche che avrà il nuovo stadio della Roma. Sarà uno degli stadi di calcio più all’avanguardia del mondo, con un’attenzione particolare agli spazi. Il progetto prevede un sistema di posti a sedere molto ben organizzato, con servizi di livello internazionale. Ci sarà il Roma Village, al cui interno la Hall of Fame della società giallorossa.
Tor di Valle, è questa l’area preposta sulla quale verrà eretto l’impianto. Ispirato al Colosseo, e realizzato con una struttura ultramoderna in acciaio e vetro, avvolta da un velo di pietre fluttuanti, la struttura sarà costruita a doc per ospitare eventi calcistici. I 52.000 posti a sedere potranno ampliarsi a oltre 60.000 per le manifestazioni più importanti. L’operazione nel complesso prevederà un investimento di circa 1 miliardo e mezzo di euro.
In questi giorni l’Associazione Sportiva Roma dovrebbe caricare sul sito del CONI il progetto ufficiale. Come fiore all’occhiello, lo stadio potrà esssere utilizzato anche nelle eventuali olimpiadi di Roma 2024. La Commissione Impianti Sportivi avrà poi il compito di valutare e omologare la struttura al fine che sia in regola con le norme esistenti. Intanto proseguono senza sosta le riunioni operative interne al gruppo di lavoro che sta seguendo l’iter. Il DG Baldissoni insieme a James Pallotta stanno limando gli ultimi dettagli prima di consegnare il dossier. Una volta concluse le procedure burocratiche inizieranno i lavori: ai tifosi non resta che aspettare con ansia, per poi andare a tifare nella nuova casa della Roma

Categories
Servizi

RELATED BY