Sanità, caos a Spoleto per la gestione dell’Ospedale

Il sindaco del Comune, Umberto De Augustinis, contrariato dopo l'ultima conferenza indetta dalla Regione: previsto l'allestimento di 70 posti per i malati di Covid

«Un gravissimo oltraggio alla città di Spoleto, alle sue istituzioni e ai suoi cittadini», così il sindaco Umberto De Augustinis al termine della conferenza stampa della Regione Umbria indetta per illustrare il piano di riorganizzazione ospedaliera in funzione dell’emergenza sanitaria e che rischia di mettere in difficoltà l’Ospedale del Comune.

De Augustinis lamenta un mancato confronto con la sua amministrazione. Presso l’ospedale spoletino verranno allestiti 70 posti per i malati di Covid e resteranno attivi solo i servizi di oncologia, radioterapia e dialisi.

«Le informazioni – sostiene De Augustinis – le abbiamo apprese, come tutti, nel corso dell’incontro con i giornalisti: non c’è stata nemmeno la cortesia istituzionale di condividere i contenuti prima di renderli pubblici, di discuterli, di considerare le necessità di un territorio che ha sempre collaborato attivamente e con grande senso di responsabilità con i vertici regionali».

Per De Augustinis l’emergenza sanitaria è stata utilizzata in una chiave inaccettabile, nel metodo e nella sostanza, mortificando le ragioni di una città intera. Il Sindaco aggiunge: «Arrivati a questo punto faremo quanto è in nostro potere per evitare che la nostra comunità subisca le conseguenze di scelte così miopi e dannose».

Categories
Servizi

RELATED BY