Mobilità sostenibile, convegno al Campus Bio-Medico di Roma

Incontro andato in scena presso l'Aula Magna dell'Ateneo: al tavolo anche diverse cariche istituzionali comunali e non solo

Riflettere sulla mobilità innovativa e sulla sicurezza stradale: questo l’obiettivo dell’incontro andato in scena all’interno dell’Aula Magna dell’Università Campus Bio-Medico di Roma e intitolato “Mobility Alliance. Insieme per il futuro della mobilità”. Un evento legato a tematiche all’ordine del giorno, per le quali l’Ateneo romano mantiene sempre un occhio di riguardo.

Durante i lavori, a cui hanno partecipato numerosi relatori legati alla sfera istituzionale e non solo, il Campus ha potuto aggiornare i presenti riguardo le principali iniziative avviate per il territorio e la comunità. L’impegno per il potenziamento del car sharing, l’implementazione delle colonnine per la ricarica elettrica dei veicoli nelle aree di parcheggio: tutti aspetti rilevanti e da non trascurare, senza dimenticare poi l’edificio Cubo, che presto accoglierà professori, studenti e ricercatori.

Da sottolineare come il Campus impieghi più di duemila dipendenti tra Policlinico e Università formando circa tremila ragazzi attraverso le facoltà di Medicina e Chirurgia, Ingegneria, Scienze e Tecnologie per l’uomo e l’ambiente. La tutela della biodiversità è al centro di tutto, si pensi alle migliaia di specie arboree piantate di recente nel vicino bosco urbano.

A proposito di mobilità, Roma Capitale conferma il proprio impegno per contrastare il fenomeno dell’inquinamento: in questo senso, resta una priorità il processo di graduale elettrificazione di tutti i veicoli pubblici e privati. Quanto al Campus, l’obiettivo sarebbe quello di creare un filobus di diciotto metri capace di collegare la struttura alla fermata Laurentina della linea B della metropolitana.

Categorie
News

Articoli consigliati