Sanità, al San Camillo-Forlanini la più grande simulazione di maxi-emergenza mai realizzata nel Lazio

Esercitazione legata al Piano Emergenza interno Massiccio Afflusso di Feriti: coinvolti circa ottanta volontari di Croce Rossa Italiana

In corso, presso l’Azienda ospedaliera San Camillo-Forlanini di Roma, l’esercitazione per il Peimaf, il Piano Emergenza interno Massiccio Afflusso di Feriti. Si tratta della più grande simulazione di maxi-emergenza realizzata in un ospedale laziale, e tra le più impegnative a livello nazionale.

Dopo una pausa nel 2020 e 2021 a causa della pandemia, l’esercitazione si avvale del supporto di Croce Rossa Italiana e, per la prima volta, vede la partecipazione di Cores Roma, la centrale operativa di Ares 118. L’obiettivo del Peimaf, attivato in casi di straordinaria criticità come maxi tamponamenti o crolli, è quello di testare le capacità e l’organizzazione del personale del pronto soccorso in situazioni di caos: uno stress test per il Dipartimento di Emergenza e Accettazione (Dea) di II livello dell’ospedale, tra gli hub di riferimento regionale per le grandi emergenze.

Circa ottanta volontari di Cri, tutti soccorritori esperti, prenderanno parte all’esercitazione suddivisi tra “vittime”, “parenti” dei feriti e “disturbatori”. A seguito di un ipotetico maxi incidente tra un’auto e un pullman sull’A91, un imponente afflusso di feriti in gravissime condizioni verrà trasportato in ambulanza al San Camillo.

Durante le ore di esercitazione, rispetto alla quale gli operatori sono all’oscuro fino al momento dell’attivazione, verranno naturalmente garantite tutte le cure ai pazienti. Gli operatori allestiranno anche un ospedale da campo all’esterno del padiglione che ospita il pronto soccorso stesso.

«Si tratta di un’esercitazione di vitale importanza, finalizzata non solo a preparare il personale a fronteggiare eventi di straordinaria criticità, ma anche a migliorare l’organizzazione interna del Pronto Soccorso e della rete intraospedaliera», ha dichiarato Narciso Mostarda, direttore generale dell’Azienda ospedaliera San Camillo-Forlanini. Da segnalare come le operazioni saranno svolte in sinergia con la Polizia di Stato: gli agenti del Commissariato di Monteverde saranno infatti presenti per tutelare l’ordine pubblico.

Categorie
News

Articoli consigliati