Economia, a Perugia la Convention mondiale delle Camere di Commercio italiane all’estero

Partenza prevista sabato 8 ottobre con termine fissato per lunedì 10: attesi almeno centocinquanta delegati, provenienti da più di cinquanta Paesi

Fino a lunedì la città di Perugia ospiterà la trentunesima Convention mondiale delle Camere di Commercio italiane all’estero. Un appuntamento piuttosto importante, il cui prestigio è confermato dai numeri: almeno centocinquanta i delegati presenti, provenienti da più di cinquanta Paesi.

A curare l’organizzazione Assocamerestero, l’associazione che riunisce le ottantaquattro Camere di Commercio italiane esistenti, insieme alla Camera di Commercio dell’Umbria e in collaborazione con Unioncamere e InfoCamere. Per tre giorni ci sarà l’opportunità di confrontarsi su svariati temi, cercando sicuramente di rafforzare i legami tra il sistema camerale italiano all’estero e la rete camerale in Italia.

Nel corso dell’evento si terrà anche l’elezione del nuovo consiglio di Assocamerestero, con la nomina del futuro Presidente. Lunedì, giorno di chiusura della Convention, una sessione pubblica che vedrà pure andare in scena in mattinata, presso la Sala dei Notari, il panel intitolato “Coniugare l’Umbria al futuro. Coesione, innovazione e competenze per il futuro del Made in Italy sui mercati internazionali” (a intervenire pure Giorgio Mencaroni, numero uno della Camera di Commercio dell’Umbria).

Subito dopo un altro dibattito, accompagnato dal titolo “L’Umbria incontra il Mondo: imprese e territorio di fronte alle nuove sfide dei mercati” (in questo caso prenderà la parola anche Brunello Cucinelli). Nel pomeriggio, infine, all’interno del complesso abbaziale di San Pietro, oltre ottocento incontri di networking tra associazioni territoriali, imprese umbre e start up.

Categorie
News

Articoli consigliati