Ambiente, presto un Commissario straordinario per il Contrasto alla Siccità

Soddisfatto Luca Briziarelli, senatore della Lega: l'auspicio è che si intervenga al più presto anche sul Lago Trasimeno

Un passo importante verso un impegno concreto e continuo anche nei riguardi di una risorsa del territorio umbro, vale a dire il Lago Trasimeno, messo in grande difficoltà dal caldo dell’ultima stagione estiva. Il Parlamento ha impegnato il Governo alla nomina di un Commissario straordinario per il Contrasto alla Siccità.

Soddisfatto, a tal proposito, il senatore della Lega Luca Briziarelli, il quale ha anticipato che tale figura professionale potrà disporre interventi immediati di pulizia del bacino, nonché di dragaggio e di adduzione. Nell’ambito della votazione organizzata appositamente per portare avanti il progetto, si sono registrati ben centosessantacinque voti a favore contro cinquantasette astenuti (solo uno il voto contrario).

«Giusto che il Parlamento si esprimesse di fronte al Paese assegnando un compito preciso a questo e al prossimo Governo», ha dichiarato Briziarelli. Che ha poi aggiunto: «L’acqua e l’energia rappresentano i temi del futuro. Non possiamo limitarci a sostenere le aziende per i danni subiti, ma dobbiamo lavorare per prevenire la siccità ed assicurare le necessarie risorse idriche all’Italia».

A quanto pare, il futuro Commissario dovrà, tra le altre cose, ridurre i tempi di programmazione e di realizzazione degli interventi necessari alla mitigazione dei danni e degli effetti connessi ai fenomeni di siccità, promuovendo al tempo stesso l’adeguamento delle infrastrutture. Fondamentale il lavoro sui sistemi idrici, che include pure la riduzione delle dispersioni di acqua, in alcune aree capaci di arrivare al 52%.

Almeno quindici i progetti strategici da individuare per far fronte alla crisi in atto. L’auspicio è che molta attenzione venga riservata proprio al Trasimeno, il cui stato di salute tende sempre a preoccupare.

Categorie
News

Articoli consigliati