Musica, per il tenore Gianluca Terranova ben tre show in Umbria

Entusiasta il pubblico che è riuscito a vedere all'opera il grande artista: discreta affluenza a Orvieto, così come a Castiglione del Lago e a Panicale

Orvieto, Castiglione del Lago e Panicale: queste le tre località umbre che hanno accolto il tenore Gianluca Terranova, pronto a deliziare il pubblico con il suo spettacolo intitolato “Lezioni di canto show”. Grande successo per il talentuoso artista romano, che in ognuno degli appuntamenti fissati nella Regione ha restituito al pubblico tutta la sua gratitudine.

Un trittico di esibizioni perfetto, cominciato nel migliore dei modi presso il Duomo dei Maitani, dove centinaia di persone si sono godute la magica atmosfera da lui creata. Piuttosto interessante l’idea di rendere accessibile e comprensibile il canto lirico alla platea: soltanto “La Traviata in Opera Corto”, sempre eseguita in anteprima per raccontare l’opera in appena venti minuti, ha suscitato un interesse e un coinvolgimento unici.

In ognuno dei tre live il tenore è stato accompagnato da Sabrina Picci, soprano nonché compagna di vita, e dai quindici allievi cinesi della sua scuola. Francesca Caproni, direttrice del Gal Trasimeno-Orvietano, ha apprezzato molto il fatto che tanti giovani abbiano vissuto con trasporto e passione le singole performance: nel 2022, assistere a certi fenomeni non è per nulla scontato.

Proprio il Gal ha sostenuto con convinzione l’evento, sposando l’idea di far apprezzare a chiunque un repertorio di base non immediato. Nel corso della terza e ultima serata, a Panicale, c’è stato anche modo di ricordare come Enrico Caruso, interpretato dallo stesso Terranova in una fiction del 2012, avesse un forte legame con il Comune umbro, essendo grande amico di Berardo Berardi, nato a Gualdo Tadino ma intenzionato a trascorrere lì gli ultimi anni della sua vita.

Categorie
News

Articoli consigliati