Cultura, a Magione il ritorno de La Congiura al Castello

Tutto pronto per la nuova edizione dell'evento umbro: la compagnia di Giampiero Frondini rievocherà il complotto del 1502

Dal 19 al 23 e dal 26 al 30 luglio prossimi andrà in scena a Magione la nuova edizione de La Congiura al Castello, spettacolo multisensoriale ideato per coinvolgere gli spettatori in una rappresentazione teatrale itinerante, arricchita da altre curiose attività. Un appuntamento come sempre molto atteso e accolto presso il Castello del Comune umbro.

In merito allo spettacolo teatrale, la compagnia magionese guidata da Giampiero Frondini porterà in scena il complotto del 1502: i presenti potranno quindi godersi la rappresentazione di una storia avvincente, in bilico tra realtà e finzione. Ai componenti del cast il compito di ricreare, nelle antiche sale del Castello, i momenti drammatici di una vicenda importante.

In un contesto simile, il pubblico avrà anche l’opportunità di gustare le pietanze preparate da Paolo Trippini, pronto a utilizzare ingredienti particolari con l’intento di rievocare i sapori di tempi lontani (grano saraceno, segale e amaranto alcuni degli elementi selezionati). Da non dimenticare poi la mostra di Giorgio Lupattelli intitolata “L’altra congiura”.

A caratterizzare l’allestimento ben sedici tavole in pittura digitale, che andranno a rappresentare l’incastro tra i vari piani spazio-temporali su cui è articolato lo spettacolo teatrale.

Categorie
News

Articoli consigliati