Giornata internazionale del risparmio energetico: l’impegno di Poste Italiane

L'azienda conferma la volontà di arrivare a zero emissioni entro il 2030: prosegue il rinnovo della flotta aziendale attraverso la sostituzione del parco veicoli esistente

Lo scorso 18 febbraio si è celebrata la Giornata internazionale del risparmio energetico, ricorrenza istituita nel 2005, in occasione dell’entrata in vigore del protocollo di Kyoto per salvare il pianeta dai danni dei cambiamenti climatici. In linea con i principi generali che definiscono uno sviluppo compatibile con la salvaguardia dell’ambiente, Poste Italiane conferma la sua politica di sostenibilità: a testimoniarlo la volontà dell’azienda di arrivare a zero emissioni entro il 2030.

Diverse, al momento, le iniziative di efficientamento energetico capaci di produrre già ottimi risultati. In corso, ad esempio, la sostituzione dei corpi illuminanti con lampade fluorescenti con tecnologia led. Lo scopo, in questo caso, è di favorire l’abbattimento di almeno il 50% dei consumi di energia elettrica, risparmiando anche sui costi di manutenzione.

Prosegue, inoltre, l’installazione degli impianti fotovoltaici, ideali per far calare le emissioni di anidride carbonica. Da ricordare poi il graduale rinnovo della flotta aziendale attraverso la sostituzione del parco veicoli esistente con mezzi green, soprattutto per il recapito di pacchi e corrispondenza.

Per raggiungere gli obiettivi di sostenibilità individuati da tempo, Poste Italiane ha introdotto di recente la figura professionale dell’Ege, ovvero l’esperto in gestione dell’energia: suo il compito di monitorare l’efficientamento energetico delle sedi aziendali.

Categorie
News

Articoli consigliati