Giornata delle cardiopatie congenite: l’impegno dell’Ospedale di Perugia

Occasione utile per ricordare l'importanza della diagnosi precoce: consegnato un assegno da settantottomila euro all'Aulci per l'acquisto di due ecografi

Più di tremila prestazioni erogate ogni anno dal servizio di Cardiologia pediatrica dell’Azienda ospedaliera di Perugia. Questo uno dei dati più significativi che sono stati forniti in occasione della Giornata dedicata alle cardiopatie congenite, nel corso della quale si è cercato di informare riguardo anomalie e disturbi cardiovascolari riscontrati fin dalla nascita.

Per Stefania Troiani, direttore di Neonatologia e Terapia intensiva neonatale del Santa Maria della Misericordia, il riconoscimento precoce di alcune patologie cardiache pediatriche avrebbe aumentato le percentuali di sopravvivenza e la qualità di vita dei bambini cardiopatici. Questo a testimonianza del fatto che una diagnosi ottenuta in tempi brevi possa rappresentare un valido strumento per tutelare la salute dei piccoli pazienti.

Sempre per la Giornata mondiale delle cardiopatie congenite, Pac 2000A Conad ha consegnato un assegno da settantottomila euro all’Aulci, Associazione umbra per la lotta alle cardiopatie infantili: una somma cospicua grazie alla quale acquistare due ecografi di ultima generazione da donare proprio alla Neonatologia dell’Ospedale di Perugia.

Presente alla cerimonia di consegna anche Donatella Tesei, governatrice dell’Umbria, pronta a sottolineare l’importanza di sensibilizzare i cittadini sulle cardiopatie congenite e sulla diagnosi precoce. Quanto ad Aulci, l’impegno di realtà simili continua ad essere indispensabile per pazienti e familiari.

Categorie
News

Articoli consigliati