Imprese: nel 2020 meno iscrizioni e cessazioni a Terni

Secondo i dati Unioncamere, lo scorso anno sarebbero nate 1.041 aziende con 957 costrette a chiudere: crisi nera per servizi di alloggio e ristorazione

Calo evidente, nel 2020, delle iscrizioni e delle cessazioni al Registro delle imprese della Camera di Commercio di Terni. Secondo i dati Unioncamere, elaborati dall’Ufficio Informazione Economica, lo scorso anno sarebbero nate 1.041 aziende a fronte di 957 cessazioni (saldo positivo per 84 unità).

In totale, al 31 dicembre erano 21.955 le imprese registrate, contro le 21.939 certificate sul finire del 2019. Normalmente le cancellazioni di attività dal Registro si concentrano nei primi 3 mesi dell’anno, dunque secondo l’ente camerale da qui a marzo si potrebbe assistere alle maggiori ripercussioni dovute alla pandemia, capace di generare un forte rallentamento di attività in molti settori.

Di certo, il 2020 è stato comunque un annus horribilis per il commercio, che in provincia ha perso 308 imprese, con 181 iscrizioni, chiudendo l’anno con un saldo negativo di 127 unità.

A quanto pare, nei servizi di alloggio e ristorazione hanno chiuso 68 imprese. Numeri con il segno meno anche per le costruzioni, per quanto l’intero comparto dimostri di non essere del tutto statico: 134 le iscrizioni, 136 le cessazioni.

Categories
Servizi

RELATED BY