Sicurezza, nella notte di San Silvestro massima attenzione agli assembramenti

A Perugia un tavolo tecnico interforze per definire un piano valido: sotto monitoraggio anche i giochi pirotecnici

Massima attenzione in merito a eventuali feste private organizzate all’interno di locali che dovrebbero restare chiusi a Capodanno. Questo uno dei temi principali affrontati durante l’ultimo tavolo tecnico interforze presieduto dal questore di Perugia, Antonio Sbordone.

L’intenzione è anche quella di monitorare i giochi pirotecnici destinati a prendere il via con il calare del buio: in questo caso non c’è un divieto, l’importante è che tutto si svolga nel rispetto delle attuali normative anti-Covid. In quanto a bar, club, sale da ballo e discoteche, ambienti dove potrebbero verificarsi assembramenti, niente sconti.

Attraverso una nota, la Questura del capoluogo umbro segnala un impiego massiccio di forze dell’ordine nella notte di San Silvestro. Questo per far rispettare le regole anti-contagio e per vigilare su possibili atti criminali nei confronti, ad esempio, di depositi dove vengono conservati i vaccini, considerati possibile oggetto di interesse da parte di malviventi.

Con l’intero Paese in zona rossa, permane il coprifuoco che in data 1 gennaio termina alle 07.00 anziché alle 05.00. C’è la possibilità di andare a trovare amici e parenti anche raggiungendo altri Comuni situati nella stessa Regione. Da ricordare come in ogni casa possano entrare non più di 2 persone oltre a minori di 14 e soggetti affetti da disabilità.

A parte la tregua concessa lunedì, le restrizioni rimarranno attive fino a mercoledì 6. Dopodiché ognuna delle Regioni italiane verrà inserita in una determinata zona in base al numero di contagi da Covid registrati.

Categories
Servizi

RELATED BY