Sanità in Umbria, per l’Assessorato regionale buona gestione della pandemia

Luca Coletto fa il punto della situazione in merito all'attuale emergenza sanitaria: attese le prime dosi del vaccino di Pfizer
«Siamo riusciti a dare delle grandi risposte. Quella che abbiamo affrontato è una pandemia mondiale e non una semplice influenza. Ma la battaglia non è finita, continua», così l’assessore regionale alla Sanità, Luca Coletto, tracciando un bilancio dell’attività della Regione nell’emergenza sanitaria.
«Con l’impegno di tutti, la presidente Donatella Tesei, la giunta, e i Direttori Generali stiamo strutturando e preparando anche il programma nell’eventualità di una 3^ fase dell’epidemia. Contiamo molto nel senso di responsabilità degli umbri e finora questo ha pagato portandoci in zona gialla. Le nostre terapie intensive e i reparti si stanno sgravando del carico importante che hanno avuto soprattutto il mese scorso».
Entro il 31 dicembre, come ricorda l’assessore, arriveranno in Umbria le dosi del vaccino anti-Covid della Pfizer e si inizierà, secondo un piano coordinato con il Governo, a vaccinare. E a proposito dei vaccini, è utile ricordare come ci siano 19 giorni di distacco fra la 1^ e la 2^ dose, ed è già pianificato l’intervento in maniera da seguire prima i sanitari, poi gli anziani e via via gli altri
Oltre alla questione Covid, l’Assessore ricorda anche il lavoro fatto sotto l’aspetto socio-sanitario. «Grazie a un incremento di circa 1.000.000 di fondi dedicati a sostegno della non autosufficienza, delle gravi malattie e delle malattie rare – dichiara Coletto – abbiamo dato la possibilità ai cittadini di poter scegliere tra assistenza diretta e indiretta e di ampliare la platea degli assistiti».
Categories
Servizi

RELATED BY