Programma di Sviluppo Rurale dell’Umbria: riunito il Comitato di Sorveglianza

Ad intervenire anche l'assessore regionale, Roberto Morroni: nel 2020 liquidati circa 100.000.000 di euro di interventi

Un incontro necessario per affrontare diverse questioni tutt’altro che secondarie. Si è svolta in videoconferenza la riunione del Comitato di Sorveglianza del Programma di Sviluppo Rurale per l’Umbria 2014-2020. Oltre a un confronto legato allo stato di attuazione del Psr, l’assessore regionale, Roberto Morroni, ha tracciato un’analisi dell’anno in corso individuando gli elementi chiave che hanno caratterizzato l’attività degli uffici regionali.

«Si sta per chiudere un anno particolarmente complesso a causa della pandemia», ha dichiarato Morroni. Che poi ha aggiunto: «Abbiamo superato la quota del 54% di spesa liquidata della dotazione finanziaria del Psr e questo ci posiziona sopra la media nazionale rispetto alle altre Regioni. Tutta la struttura ha fatto uno sforzo importante arrivando a liquidare, nel solo 2020, circa 100.000.000 di euro di interventi».

Durante il suo discorso, l’Assessore ha poi segnalato l’apertura di nuovi bandi a superficie del Programma per l’anno in corso, l’utilizzo delle risorse ancora disponibili della programmazione attuale per il rifinanziamento delle sottomisure 4.1, 4.2 e 6.1, la liquidazione di tutte le domande di sostegno delle misure 10 e 11 del 2019 e molto altro.

Per Morroni resta ancora aperta, invece, la questione della riallocazione dei fondi attualmente destinati alla banda larga: a quanto pare ci sarebbe una sovrabbondanza di risorse per cui si sta portando avanti un’istanza presso le istituzioni comunitarie affinché arrivi il via libera alla riallocazione.

Categories
Servizi

RELATED BY