Completata la messa in sicurezza della Basilica di Norcia: presto i lavori di ricostruzione

Svuotato tutto il sito dalle macerie: si apre la strada alla fase della progettazione sperando di aprire i cantieri nel 2021

Quasi interamente distrutta dal sisma di 4 anni fa, la Basilica di San Benedetto di Norcia è pronta per essere ricostruita. La Soprintendenza all’Archeologia, alle Belle Arti e al Paesaggio dell’Umbria ha annunciato la conclusione dello svuotamento del sito dalle macerie, perciò l’edificio risulta essere messo in sicurezza.

«Terminare queste operazioni apre la strada alla fase della progettazione e, quindi, alla possibilità di avviare i lavori di ricostruzione nel 2021», spiega il sindaco della città, Nicola Alemanno. Una ricostruzione che sarà resa possibile anche dall’impegno assunto da Eni: ufficializzata al Governo la sponsorizzazione tecnica per il recupero.

Se le operazioni di svuotamento della Basilica sono state effettuate in 3 momenti diversi, gli interventi di messa in sicurezza sono stati compiuti quasi in contemporanea e in tempi rapidi, tanto da completare il tutto con largo anticipo rispetto ai 120 giorni previsti nel bando di gara.

Nei prossimi giorni si provvederà a rimuovere l’area di cantiere in attesa dell’avvio dei lavori. A tal proposito, si è già conclusa la fase di aggiudicazione del progetto coordinata dalla Soprintendenza Speciale per le aree colpite dal terremoto nel 2016.

Non si esclude poi come, a breve, si potrebbe iniziare a lavorare su quelli che sono i resti della grande tela di Filippo Napoletano collocata sull’altare del transetto sinistro della Basilica. Seppur molto danneggiata, la Soprintendenza vuole restituirla a Norcia e all’intera comunità.

Categories
Servizi

RELATED BY