Emergenza sanitaria, presto i primi 25.000 vaccini anti-Covid per gli umbri

L'annuncio viene dato da Antonio Onnis, commissario per l'emergenza coronavirus in Umbria: la somministrazione sarà di 2 dosi a persona a distanza di un mese

Circa 25.000 residenti in Umbria riceveranno le prime dosi di vaccino anti-Covid, prodotto da Pfizer, non appena saranno disponibili. Ad annunciarlo il commissario per l’emergenza coronavirus in Umbria, Antonio Onnis.

«Su una base di distribuzione in rapporto alla popolazione – dichiara il Commissario – è presumibile che vengano messe a disposizione per la Regione, con la 1^ fornitura, circa 50.000 dosi, ricordando che la somministrazione è di 2 dosi a persona a distanza di un mese».

Onnis ricorda che, al momento, non c’è ancora un numero preciso in relazione alle quantità assegnate alle Regioni delle dosi del vaccino opzionate per l’Italia. «Con Domenico Arcuri – prosegue Onnis – stiamo definendo il modello organizzativo e la rete di distribuzione. Ci è stato intanto chiesto di individuare 4 ospedali del territorio su cui centralizzare le attività vaccinali».

Se Arcuri è di fatto il “regista” degli aspetti macrologistici, in Umbria ci si regola di conseguenza. Claudio Dario, direttore regionale della Sanità, non nasconde come il 1° vaccino verosimilmente utilizzabile sia quello più impegnativo dal punto di vista della logistica del freddo. Eppure all’orizzonte ce ne sarebbero altri per cui sta avanzando la trattativa.

Categories
Servizi

RELATED BY