Campidoglio. 250mila euro risparmiati destinati ad aiuti di prima necessità

Il denaro deriva dai buoni pasto non consumati dai dipendenti capitolini in smart working

La sindaca di Roma, Virginia Raggi, annuncia l’iniziativa del Campidoglio a sostegno delle fasce più deboli della popolazione: “A Roma abbiamo usato i risparmi del Comune per aiutare le famiglie in difficoltà. Nel mese di marzo la maggior parte dei dipendenti capitolini ha lavorato da casa, in smart working, e non ha maturato i buoni pasto: si tratta di 250 mila euro risparmiati che abbiamo destinato all’acquisto di beni di prima necessità per i cittadini che si trovano in gravi difficoltà a causa dell’emergenza coronavirus. Erano risorse che sarebbero restate nelle casse del Comune, finendo in una delle tante voci del bilancio, invece noi abbiamo immediatamente recuperato quei soldi destinandoli, con una variazione di bilancio, all’acquisto ad esempio di alimenti e altri beni che possono servire alle famiglie in questi giorni. Abbiamo voluto così dare una mano a chi, in questo difficile periodo, sta combattendo per arrivare a fine mese. Roma è una grande comunità. E lo dimostrano tutte le iniziative di solidarietà messe in piedi in questi giorni.”

Categories
Servizi

RELATED BY