Case di riposo abusive con farmaci scaduti: blitz della Guardia di Finanza ai Castelli

Blitz all'interno di 2 strutture situate rispettivamente a Velletri e ad Albano Laziale: nei guai 3 persone denunciate per maltrattamenti e violazioni alla normativa sanitaria

Importante scoperta da parte delle Fiamme Gialle nella zona dei Castelli Romani: scovate 2 case di riposo abusive all’interno di dimore signorili. In una struttura di Velletri, priva di autorizzazioni amministrative e sanitarie, i militari hanno trovato 3 anziani in precarie condizioni di assistenza, mentre in un appartamento di Albano Laziale erano ospitate 7 persone in età avanzata (una di queste soggiornava in un locale interrato, umido e privo di finestre).

Da segnalare il fatto che una donna prossima al compimento dei 100 anni di età, non autosufficiente, sia stata trasportata in ospedale per accertamenti dopo una visita medica da parte del personale del 118, chiamato sul posto dai finanzieri.

A quanto pare, l’incasso delle 2 strutture si aggirava per ciascuna sui 100.000 euro l’anno. A questo punto i volumi d’affari generati saranno segnalati all’Agenzia delle Entrate, essendo le attività sconosciute al Fisco. Nei guai 2 donne di 53 e 67 anni insieme alla figlia di una di loro, di 43 anni: inevitabile la denuncia per maltrattamenti e violazioni alla normativa sanitaria.

In entrambe le strutture setacciate sono stati rinvenuti medicinali scaduti, alimenti avariati nonché personale privo di qualifica per la somministrazione dei farmaci previsti dai piani terapeutici rilasciati dai medici di famiglia.

Categories
Servizi

RELATED BY