Nuova stangata per i romani: presto ulteriori rincari

Se per servizi alle famiglie come asili, mense scolastiche e case di riposo i costi a carico dei cittadini rimarranno invariati, spunteranno fuori aumenti vari e nuove tariffe: nel mirino la cultura

Notizie non proprio confortanti per tante persone. A breve i romani vedranno fioccare importanti rincari su più fronti. Questo in virtù dell’approvazione, avvenuta lo scorso 31 dicembre, della delibera sulle tariffe dei servizi pubblici a domanda individuale.

Se per servizi alle famiglie come asili, mense scolastiche e case di riposo i costi a carico dei cittadini rimarranno invariati, spunteranno fuori aumenti vari e nuove tariffe. Un esempio? La cultura. Per quanto la Mic sia stata estesa anche ai residenti della provincia capitolina, i romani vedranno crescere il prezzo dei biglietti grazie ai quali accedere all’interno di diverse strutture.

Chi vorrà recarsi ai Musei Capitolini, così come al Foro e ai Mercati di Traiano pagherà circa il 10% in più rispetto al passato. Certo, nulla di proibitivo. Se non altro perché il ticket passerà da 9,50 a 10,50 euro. Tuttavia l’aumento c’è e si spera non scoraggi i potenziali visitatori.

A salire sarà pure il costo del servizio richiesto all’anagrafe. Curioso poi il fatto che i romani intenzionati a sposarsi sulla spiaggia di Ostia pagheranno più del solito. Da registrare infine l’introduzione di una nuova tariffa di 60 euro per le spese di istruttoria del Noleggio con Conducente (Ncc).

Categories
Servizi

RELATED BY