Casal Bruciato. Operazione antidroga dei Carabinieri. 8 indagati

i Carabinieri hanno sequestrato 5 pistole rubate, 111 cartucce e 11 coltelli, 877 grammi di cocaina e oltre 4 kg di hashish

Avevano messo su un centro di spaccio che operava all’interno di una regolare sala giochi, solo che dentro le sigarette smerciate era nascosta la cocaina posta tra il tabacco e il filtro delle sigarette artigianali. 8 persone sono state arrestate dai carabinieri della compagnia Roma Centro con l’accusa di spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti. Le indagini sono iniziate nel 2018 quando, a seguito dell’arresto del gestore della sala giochi, i Carabinieri hanno potuto appurare come la piazza di spaccio di Casal Bruciato fosse passata sotto la gestione di un vicino di casa del gestore arrestato. L’uomo nascondeva nella cuccia del proprio cane dei panetti di hashish che denominava in codice Giachetti Museum. Ulteriori indagini hanno permesso di individuare il pusher che riforniva di droga l’uomo e che gestiva lo spaccio nella zona di Villa Gordiani e che aveva creato una rete di clienti raggiunti persino da un sms natalizio che pubblicizzava un’offerta di capodanno di vendita di droga a prezzi concorrenziali. Durante i mesi di indagini i Carabinieri hanno sequestrato in totale 5 pistole rubate, 111 cartucce e 11 coltelli, 877 grammi di cocaina e oltre 4 kg di hashish. Sequestrati anche 29mila euro in denaro contante. Adesso tre soggetti si trovano presso il carcere di Regina Coeli, gli altri sono stati posti agli arresti domiciliari.

Categories
Servizi

RELATED BY