“Tecniche d’Evasione” dal potere grazie all’arte

Una mostra ripercorre l'avanguardia ungherese degli anni '60 e '70, quando la censura era vera e la libertà anche

L’avanguardia non è solo un movimento artistico nato per contrastare la tradizione, ma è in realtà una vera e propria arma di lotta contro il potere. Potere politico, sociale,economico, emblematico o quasi invisibile, il potere rappresenta una gabbia che ci chiude e isola. Per sfuggirgli gli artisti hanno messo in campo tutta la loro creatività, espressa e manifestata in una mostra a Palazzo delle Esposizioni dal titolo “Strategie sovversive e derisione del potere nell’avanguardia ungherese degli anni ’60 e ’70”, visibile fino al 6 gennaio 2020.

Di questa idea anche due dei più emblematici artisti della mostra, secondo cui oggi la libertà sembra maggiore di prima, ma è solo una libertà apparente. Così i social, che da mezzo di espressione e libertà, diventano i mille occhi del Grande Fratello che ci tiene sotto controllo. Un messaggio utile in particolare per le nuove generazioni per rivedere il presente in sotto una nuova luce.

Categories
Servizi

RELATED BY