Sciopero dei trasporti. La mattinata aspettando lo stop

A indire lo sciopero Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Faisa Cisal e Fast Confsal

Dalle 12.30 alle 16.30, il mondo dei trasporti incrocia le braccia. Nella mattinata si sono fermati i taxi dalle 8.00 alle 12.00. A indire lo sciopero Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Faisa Cisal e Fast Confsal. A rischio non soltanto autobus, tram e metropolitane, ma anche le ferrovie Termini-Centocelle, Roma-Viterbo e Roma Lido. Possibili disagi anche sui treni che dalle 9:00 alle 17:00 di mercoledì 24 luglio potranno subire cancellazioni o variazioni. I motivi della protesta risiedono nell’immobilismo del governo al quale i sindacati oppongono il pacchetto di proposte denominato “rimettiamo in moto il Paese”. La sicurezza dei trasporti, gli investimenti nel settore e la tutela ambientale spiccano come temi cardine di quella che vuole essere una piattaforma di confronto con l’esecutivo. Intanto i romani hanno approfittato della mattinata per fare gli ultimi spostamenti prima dello stop. E domani sarà la volta del trasporto aereo: dalle 10:00 alle 14:00 aeromobili fermi in tutta Italia.

Categories
Servizi

RELATED BY