“Sentieri A.C.G.T.”, ad Amelia le creazioni di centinaia di artisti contemporanei

Il Cortile di Convitto, il Palazzo Nobiliare, il Caffè Grande, le cisterne romane del 2° secolo a.C. e la Chiesa sconsacrata di Sant'Angelo: queste le location individuate per accogliere i lavori selezionati e ammirabili soltanto l'11, il 12, il 18 e il 19 maggio prossimi

Un progetto articolato, senza dubbio curioso e sorprendente. Dopo il buon esito della 1^ edizione, viene riproposta ad Amelia la manifestazione “Sentieri A.C.G.T.”, inaugurata lo scorso 20 aprile. Il Festival di Arte Contemporanea, ideato da Claudio Pieroni e organizzato insieme a Lou Guixia, si caratterizza per la presenza di circa 300 opere a cura di numerosi autori internazionali disposte all’interno di 5 spazi differenti.

Il Cortile di Convitto, il Palazzo Nobiliare (ex sede dell’Inps), il Caffè Grande, le cisterne romane del 2° secolo a.C. e la Chiesa sconsacrata di Sant’Angelo: queste le location individuate per accogliere i lavori selezionati e ammirabili soltanto l’11, il 12, il 18 e il 19 maggio prossimi.

“A.C.G.T.” è un acronimo e le lettere in questione rimandano ad Adenina, Citosina, Guanina e Timina. Ad essere rievocata è di fatto la struttura primaria della molecola di DNA, serie ordinata di tutti i segni di cui la vita dispone per le sue variegate espressioni poetiche.

L’originale esposizione occupa il Centro Storico amerino, lì dove via della Seta e via Francigena si sono incontrate andando a tracciare un percorso da astri visibili. All’interno della Chiesa di Sant’Angelo sono presenti anche 3 progetti di Marco Ceccarelli, artista nato a Poggio Mirteto nel 1994 che propone 2 lavori già esposti in passato e un altro confezionato in vista del festival.

L’iniziativa contribuisce a dare prestigio alla città di Amelia e, giovedì 9 maggio, verrà inaugurata a Roma un’esposizione collaterale presso la galleria privata Party – L’Arte da Ricevere.

Categories
Servizi

RELATED BY