Mobilità al collasso, i negozianti del Centro Storico di Roma chiedono la riapertura delle stazioni metro

Il Partito Democratico non tollera l'atteggiamento mostrato sino ad ora dalla maggioranza: la discutibile gestione dei fondi per i trasporti è così grave da indurre l'opposizione a chiedere la caduta della giunta

Con stime e previsioni non si va da nessuna parte. I negozianti del Centro Storico di Roma, insieme alle associazioni di categoria, si riuniscono a piazza Esedra chiedendo la riapertura immediata delle stazioni Spagna, Barberini e Repubblica della linea A.

Considerando che, ad oggi, Repubblica non è attiva da ben 5 mesi, un’eventuale riapertura a maggio inoltrato vorrebbe dire uno stop superiore al semestre. Un arco temporale inaccettabile se si calcolano le enormi perdite registrate sino ad oggi.

Il Partito Democratico non tollera l’atteggiamento mostrato sino ad ora dalla maggioranza: la discutibile gestione dei fondi per i trasporti è così grave da indurre l’opposizione a chiedere la caduta della giunta.

L’arrivo della bella stagione e del periodo pasquale dovrebbero voler dire aumento degli incassi. Tuttavia, con una mobilità così deficitaria non si invogliano cittadini e turisti a raggiungere il Centro per fare compere.

Categories
Servizi

RELATED BY