Truffe online: arrestati 5 soggetti abili a vendere prodotti senza spedirli

Sfacciati e scorbutici nei modi, i malviventi in questione erano riusciti a escogitare un modus operandi talmente solido e rodato da riuscire con estrema facilità a far effettuare ai clienti il versamento di denaro su alcune carte prepagate dopo aver concordato il prezzo degli oggetti richiesti

Caricavano annunci su vari siti internet pubblicizzando la vendita di merce differente, come apparecchiature elettroniche o piscine da esterno, chiedendo il pagamento anticipato salvo poi mancare di spedire i prodotti ordinati. Ecco il particolare sistema messo in piedi dai componenti di una gang braccata dai Carabinieri della Stazione di Colonna, pronti a fermare ben 5 soggetti (1 di loro è finito in carcere, per gli altri 4 sono stati invece disposti gli arresti domiciliari).

La complessa attività investigativa ha preso il via nel settembre del 2017 e in appena 2 mesi sono state certificate 156 truffe. Sfacciati e scorbutici nei modi, i malviventi in questione erano riusciti a escogitare un modus operandi talmente solido e rodato da riuscire con estrema facilità a far effettuare ai clienti il versamento di denaro su alcune carte prepagate dopo aver concordato il prezzo degli oggetti richiesti.

Una volta intuito che qualcosa era andato storto, l’acquirente di turno cominciava a telefonare al venditore che in alcuni casi avanzava dubbi in merito alla ditta incaricata della spedizione, mentre a volte, di fronte a richieste di rimborso, finiva col dare vita a minacce pesanti, prospettando addirittura dei legami di appartenenza con i Casamonica comunque non emersi nel corso delle indagini.

Categories
Servizi

RELATED BY