Manuel Bortuzzo. Arrestato proprietario del pub dove scoppiò la rissa la sera del suo ferimento

Il 34enne è stato arrestato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti

Aveva in casa 28 grammi di marijuana e una dose di cocaina. A finire in manette per opera dei Carabinieri del gruppo Ostia il 34enne proprietario al 25% di un pub in piazza Eschilo arrestato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Proprio in quel pub, nella notte tra il 2 ed il 3 febbraio, è scoppiata la rissa da cui è nata l’aggressione a Manuel Bortuzzo. All’interno del locale si sarebbero scontrati due gruppi di malviventi, quello dei cosiddetti “pugili” composto da persone legate al clan del Casalesi e quello del “villaggio” di cui farebbero parte Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano. Proprio per regolare l’offesa subita i due, rei confessi, avrebbero sparato al giovane nuotatore avendolo scambiato per un membro del clan rivale. Intanto Bortuzzo si trova all’istituto Santa Lucia dove ha iniziato la riabilitazione. Lontano anni luce dal mondo fatto di prevaricazione e violenza col quale non ha mai avuto nulla in comune. Adesso nella struttura che vanta la cura della preparazione atletica degli atleti in carrozzina del Santa Lucia Basket, Manuel dovrà sottoporsi a lunghe sedute di riabilitazione. Come avvenuto da quando è stato ricoverato al San Camillo potrà contare, anche in questa fase, sull’affetto del mondo del nuoto che ha lanciato una campagna di raccolta fondi in suo favore. Ma sono state tantissime le persone che hanno voluto scrivere al ragazzo per dimostrargli la propria vicinanza, tanto che Manuel ha registrato un video di ringraziamento. E mentre le indagini su quanto accaduto all’Axa seguiranno il proprio corso, Manuel continuerà ad allenarsi per raggiungere il suo obiettivo dichiarato: “Tornare più forte di prima”.

Categories
Servizi

RELATED BY