Manuel Bortuzzo: “Mi ispiro a Bebe Vio”

Il ragazzo ha registrato un audio per ringraziare le persone che gli hanno mandato messaggi d'affetto
sequenza-04-immagine001

Queste sono le parole registrate da Manuel Bortuzzo, un modo per ricambiare i tanti messaggi d’affetto che in questi giorni gli sono stati inviati per lo più da sconosciuti, persone rimaste sconvolte dalla sua vicenda. Si tratta, senza dubbio, delle parole di un campione, un ragazzo di 19 anni che neanche il destino più triste è riuscito a scalfire. La prima cosa che farò , ha confidato alla giornalista Federica Angeli, sarà restare per un’ora sotto al sole. Troppo monotona la vita d’ospedale per un ragazzo pieno di vita come lui, abituato a porsi grandi obiettivi e a raggiungerli con la forza di volontà e l’impegno. Per i due balordi che hanno cambiato per sempre il corso della sua vita non ha parole d’odio: “Sono già sfigati di loro a vivere in un ambiente del genere. Mi dispiace per i loro figli, ho letto che ne hanno. Mi domando cosa persone del genere abbiano da insegnare a dei bambini”. E Manuel due genitori esemplari invece può vantarli. Nonostante il dramma vissuto nessuna parola scomposta è stata proferita dal padre che ha saputo vivere privatamente un dolore inimmaginabile. Accanto al ragazzo la madre di Manuel anch’essa presenza discreta occupata a vegliare sul suo piccolo campione. E anche se la scienza sostiene il contrario, il ragazzo è sicuro di tornare a nuotare e a studiare. Non a caso ha affermato di ispirarsi a Bebe Vio, la prima persona a cui ha pensato in questi giorni. E c’è già chi scommette che anche Manuel saprà costruirsi una carriera sportiva paralimpica proprio come la schermitrice veneziana.

Categories
Servizi
No Comment

Leave a Reply

*

*

RELATED BY