Cronaca, investirono una coppia di buttafuori davanti al Qube: i manette i 2 aggressori

L'accusa è di tentato omicidio aggravato dall'odio razziale poiché, durante il litigio, i pregiudicati avrebbero addirittura espresso frasi dispregiative nei confronti degli addetti alla sicurezza della discoteca

Hanno cercato di far perdere le proprie tracce ma, di fatto, sono stati fermati dopo neanche 2 settimane di ricerche. Arrestati dalla Polizia i 2 soggetti rei di aver investito, a bordo di un’auto, una coppia di buttafuori in servizio presso il Qube, locale situato a Roma, in zona Casalbertone.

In manette un 30enne e un 27enne, entrambi pregiudicati. Secondo quanto riferito dai testimoni agli inquirenti, la notte tra il 26 e il 27 gennaio, i 2 sarebbero stati allontanati dalla discoteca a causa di un diverbio scaturito proprio tra questi ultimi e i buttafuori. In evidente stato di ebbrezza, i malviventi sarebbero saliti in macchina piombando a tutta velocità davanti al locale per poi investire gli addetti alla sicurezza, rimasti feriti e portati in ospedale.

L’Autorità Giudiziaria ha emesso a loro carico un’ordinanza di custodia cautelare in carcere con l’accusa di tentato omicidio aggravato dall’odio razziale poiché, durante il litigio, i 2 avrebbero addirittura espresso frasi dispregiative nei confronti dei dipendenti senegalesi.

Categories
Servizi

RELATED BY