Diritto alla libertà religiosa nell’UE: dibattito alla UniPegaso

L'appuntamento apre il 2019 per quanto riguarda le "Officine": formalizzata una convenzione di carattere culturale tra l'Ateneo e ScelgoEuropa

Ragionare sul presente, cercare di capire come rendere più concreto il dialogo, provare ad intuire cosa ci riserverà il futuro. L’Università Telematica Pegaso ospita il dibattito intitolato “Il diritto alla libertà religiosa nella UE: il principio di non-discriminazione” (l’appuntamento apre il 2019 per quanto riguarda le “Officine Pegaso”). Ad intervenire i rappresentanti di diverse fedi, tutti convinti del fatto che per un’Europa più accogliente i pregiudizi, in questo ambito, debbano necessariamente venire meno.

«Non un incontro interreligioso», afferma al momento dell’apertura dei lavori Franz Ciminieri, presidente di ScelgoEuropa. L’ente in questione formalizza insieme a UniPegaso una convenzione di carattere culturale: l’accordo definisce i parametri per portare avanti attività che siano utili per tutti.

Non solo l’ebraismo e il cattolicesimo, ad essere coinvolta anche l’Unione Nazionale Atei Razionalisti Agnostici. Segno che ogni visione sia meritevole di rispetto, ascolto e confronto. L’antisemitismo non è ancora stato debellato, qualcosa di buono, fino ad oggi, si è fatto. Tuttavia la strada appare ancora lunga. Un’Europa equilibrata e più diligente riguardo il tema deve dimostrare tanto.

Categories
Servizi

RELATED BY