“L’agenzia dei bugiardi”, nelle sale la commedia degli equivoci con Giampaolo Morelli e Massimo Ghini

Basato sul soggetto originale della pellicola "Alibi.com" diretto da Philippe Lacheau, il lungometraggio in questione è caratterizzato da un cast nutrito in cui figurano, tra gli altri, Paolo Ruffini, Herbert Ballerina e Alessandra Mastronardi

Leggerezza, ironia, ritmo, imprevedibilità: elementi indispensabili per una commedia legata agli equivoci dei giorni nostri. A pochi mesi di distanza dall’uscita nelle sale italiane di “Nessuno come noi”, Volfango De Biasi presenta il suo ultimo film intitolato “L’agenzia dei bugiardi”.

Basato sul soggetto originale della pellicola “Alibi.com” diretto da Philippe Lacheau, il lungometraggio in questione è caratterizzato da un cast nutrito ed esperto, si pensi a Giampaolo Morelli, Massimo Ghini, Paolo Ruffini, Herbert Ballerina, Alessandra Mastronardi, Diana Del Bufalo, Nicolas Vaporidis e Antonello Fassari.

La trama si sviluppa seguendo i piani messi in atto dall’improbabile trio composto da Fred, Diego e Paolo, interpretati rispettivamente da Morelli, Ballerina e Ruffini, ai quali viene in mente di mettere in piedi un’agenzia volta a fornire alibi ai propri clienti basandosi sul motto «Meglio una bella bugia che una brutta verità».

Il caso vuole che Fred si innamori di Clio (Mastronardi), paladina della sincerità alla quale, per forza di cose, il compagno non può svelare quale sia il suo vero lavoro. La situazione precipita nel momento in cui Fred conosce il padre di Clio, Alberto, il cui ruolo viene ricoperto da Ghini, cliente dello stesso Fred al quale si è dovuto rivolgere per nascondere alla moglie un tradimento.

Una vacanza collettiva finirà per rendere quanto più ingestibile l’intera situazione, un banco di prova forse troppo grande per l’agenzia costretta a fare gli straordinari al fine di limitare i danni. Un film semplice, gradevole, da guardare con lo stesso spirito che ne ha contraddistinto la scrittura.

Categories
Servizi
No Comment

Leave a Reply

*

*

RELATED BY