Influenza. Già 150mila romani a letto. In arrivo il picco

Tra 5-10 giorni si dovrebbe registrare il massimo dei contagi

Gli ci vorranno tra i 5 e i 10 giorni per raggiungere il suo apice, ma anche quest’anno, con tutta probabilità la settimana prossima, il picco influenzale arriverà nella nostra Regione. Il conto alla rovescia è iniziato, anche se secondo gli esperti questa influenza dovrebbe fare meno paura. Grazie all’elevato numero di dosi vaccinali somministrate, 975mila quest’anno, meno persone dovrebbero contrarre il virus. A vaccinarsi non soltanto le categorie più deboli come over 65 e soggetti affetti da malattie croniche, infatti sono già 24mila le persone che per la prima volta hanno deciso di immunizzarsi. E il Lazio si attesta in linea con il resto d’Italia, l’Istituto superiore di Sanità attribuisce alla Regione una copertura vaccinale negli anziani del 51,8 per cento.

Ma non bisogna sottovalutare il virus che minaccia complessivamente 5 milioni di italiani. Al momento sono 150 mila i romani a letto con l’influenza. I sintomi più comuni sono brividi, febbre e problemi respiratori. Il contagio, lo ricordiamo, avviene entrando in contatto con goccioline di muco e di saliva. Per chi sia stato già contagiato il consiglio è di coprirsi la bocca e il naso quando si starnutisce e di evitare luoghi affollati e scarsamente ventilati per scongiurare nuovi contagi. A determinare la durata del periodo influenzale sarà anche il meteo, se questo inverno dovesse essere caratterizzato da temperature rigide molte più persone verranno contagiate.

Categories
Servizi

RELATED BY