“Ovunque proteggimi”. La pellicola di Bonifacio Angius

Angius torna a raccontare di personaggi ruvidi, imperfetti, che si incontrano nel torrido scenario della Sardegna agostana

Alessandro è un playboy 50enne sassarese cantante di musica folk. Quando viene ricoverato in ospedale incontra Francesca, in cura per problemi mentali. I due decideranno di viaggiare per la Sardegna per prendere il figlio della donna dalla casa famiglia a cui è stato affidato e iniziare una vita insieme. Con “Ovunque proteggimi” il regista Bonifacio Angius torna a raccontare di personaggi ruvidi, imperfetti, che si incontrano nel torrido scenario della Sardegna d’agosto. Ed il regista confessa che probabilmente se non avesse incontrato sulla sua strada il cinema anche lui sarebbe diventato vittima di paure e nevriosi, “Un essere umano ingabbiato in un mondo che non gli appartiene. Un mondo da prendere a pugni in faccia, proprio come fanno gli esseri umani raccontati nella pellicola”. Angius analizza il tema della relazione genitore-figlio ambientando la narrazione in un contesto provinciale. Un’indagine sulla capacità di cogliere le seconde chances che la vita quando meno ci si aspetta può concede a tutti.

Categories
Servizi

RELATED BY