Quale futuro per la Casa che da voce hai diritti del gentil sesso?

La Casa Internazionale delle Donne si appella al TAR contro lo sfratto deciso da Roma Capitale e rilancia la raccolta fondi

Non far spegnere una voce che grida a favore delle donne e dei loro diritti da oltre 30 anni. Con questo messaggio la Casa internazionale delle donne a via della Lungara rilancia la campagna di raccolta fondi ed i due ricorsi fatti al TAR per far fronte alla procedura di sfratto intentata da Roma Capitale contro il consorzio.

Si inizia, davanti ad una sala molto affollata, mettendo i puntini sulle I e rispondendo alla Sindaca Raggi che nei giorni scorsi ha affermato come avere privilegi non sia femminismo.

Se nulla cambiasse ad agosto le donne del Buonpastore riceveranno ufficialmente la revoca della concessione, che sarà messa al bando per altre associazioni.

E dopo le moltissime star ed artisti come Fiorella Mannoia e ZeroCalcare che si sono schierate a favore di un luogo che, ad esempio, sopperisce anche alla mancanza di un nido in tutta la zona intorno a via della Lungara, si attende il responso del TAR.

Categories
Servizi

RELATED BY