Cinema, “Black Tide”: nelle sale italiane dal 22 novembre il film di Érick Zonca

Nel cast pure Vincent Cassel, chiamato a vestire i panni di un detective travolto da una profonda crisi esistenziale al quale viene affidato il compito di risolvere il caso della misteriosa scomparsa dell'adolescente Danny Arnault

Un thriller psicologico dalle tinte noir, storia di equivoci, paure, dolori. Raggiungerà i cinema di tutta Italia giovedì 22 novembre “Black Tide”, pellicola firmata dal cineasta francese Érick Zonca in troviamo Romain Duris e Vincent Cassel. Quest’ultimo, autore di una parte molto apprezzata dalla critica, è chiamato a vestire i panni di un detective travolto da una profonda crisi esistenziale al quale viene affidato il compito di risolvere il caso della misteriosa scomparsa dell’adolescente Danny Arnault. A complicare la situazione un rapporto non semplice con suo figlio Denis.

Danny, studente liceale, fa perdere improvvisamente le proprie tracce. Sua madre Solange, interpretata da Sandrine Kiberlain, chiede aiuto alla polizia. La palla passa nelle mani di François Visconti, uomo solo poiché lasciato dalla propria moglie. Inizialmente si pensa ad una fuga volontaria da parte del ragazzo, poi una chiamata anonima alle forze dell’ordine rende più difficili le indagini. Per François la strada si fa in salita. Yann, docente del giovane sparito, cercherà di essere d’aiuto all’investigatore rischiando tuttavia di creare confusione attraverso un contributo ambiguo.

Categories
News

RELATED BY