Cinema, ecco “Euforia”: Valeria Golino dietro la macchina da presa per dirigere Riccardo Scamarcio e Valerio Mastandrea

Il film sembra voler far passare un preciso messaggio: lasciarsi andare, non avere pudore e non chiudersi in se stessi

Un’indagine sulla fragilità dell’animo umano, il rapporto non semplice tra 2 fratelli costretti a riavvicinarsi all’improvviso perché così ha voluto il destino. Presentato nel maggio scorso a Cannes, arriva nei cinema di tutta Italia “Euforia”. Dopo il buon esordio, in qualità di regista, con “Miele”, Valeria Golino torna dietro la macchina da presa e dirige una pellicola profonda, in alcuni casi struggente e intensa, dove a vestire i panni dei personaggi principali ci sono Riccardo Scamarcio e Valerio Mastandrea.

Scamarcio ricopre il ruolo di Matteo, giovane imprenditore di successo tanto affascinante quanto spregiudicato. Ettore, interpretato invece da Mastandrea, è quasi l’opposto e lavora come insegnante nella piccola cittadina di provincia dove è cresciuto insieme a Matteo. È per via di un imprevisto, una situazione difficile che si viene a creare, che i 2 tenderanno a riavvicinarsi finendo per conoscersi e scoprirsi a vicenda, come forse mai accaduto prima.

Il film sembra voler far passare un preciso messaggio: lasciarsi andare, non avere pudore e non chiudersi in se stessi. Nel cast, tra gli altri, Andrea Germani, Isabella Ferrari, Valentina Cervi e Jasmine Trinca.

Categories
Servizi

RELATED BY