Polemica Salvini. M5s romano: “Salvini pensi ai 49 milioni”

Ma sul Campidoglio incombe un'altra preoccupazione, l'approvazione del bilancio entro il 30 settembre sembra sfumare

Tregua finita. Tra Movimento 5 Stelle capitolino e Lega sono tornati i toni sprezzanti che hanno preceduto la creazione del primo governo gialloverde nazionale. Ad abbandonare toni concilianti, Matteo Salvini che durante il suo intervento alla festa di Atreju, ha parlato di una città in cui bisogna fare il rally tra le buche e in cui i cittadini sarebbero delusi dall’amminisrazione. Gli rispondono in coro diversi esponenti pentastellati della capitale che oltre a ribadire che per cambiare rotta ci vuole tempo, invitano il ministro a pensare ai 49 milioni di euro che la Lega dovrà restituire allo Stato. Ma sul Campidoglio incombe un’altra preoccupazione, l’approvazione del bilancio entro il 30 settembre sembra sfumare. Non ci sarebbero più i tempi tecnici. Ciò significa che dal 1 ottobre e fino all’approvazione del testo tutte le assunzioni verranno bloccate. Ma c’è un altro bilancio che Roma Capitale non riesce a chiudere, quello della municipalizzata Ama. Sembra che l’assessore Lemmetti non voglia saperne di riconoscere ad Ama 18 milioni di crediti nei confronti del comune, senza tale cifra l’azienda non avrebbe alcun utile. Già venerdì i sindacati saranno in piazza e presto verà proclamato un nuovo sciopero dei lavoratori. E come se non bastasse a minare la reputazione dell’amministrazione ci sarebbe anche il mancato arrivo del nuovo capo di Gabinetto della sindaca. Sebbene sia già stato annunciato l’arrivo del giudice Filippo Maria Tropiano, un mancato accordo economico avrebbe spinto il magistrato a rinunciare.

Categories
Servizi

RELATED BY