Auditorium Parco della Musica di Roma, esposti fino al 10 ottobre i dipinti di Alessandra Giovannoni

Piazze assolate, strade deserte, ponti silenziosi: evitando di concentrarsi su scorci magari belli, anche se prevedibili e scontati, l'artista predilige contesti quasi dimenticati, facendo perno su un tratto e su tonalità all'insegna dell'intimismo, così come dell'eleganza

Un omaggio sincero e convincente alla Città Eterna. S’intitola “La luce di Roma” la nuova mostra allestita all’interno dell’Auditorium Parco della Musica e aperta al pubblico fino al 10 ottobre. Le grandi tele che riempiono il Foyer Sinopoli sono frutto della bravura di Alessandra Giovannoni, pittrice abile ad immortalare luoghi storici, eppure poco frequentati, della Capitale.

Piazze assolate, strade deserte, ponti silenziosi: evitando di concentrarsi su scorci magari belli, anche se prevedibili e scontati, l’artista predilige contesti quasi dimenticati, facendo perno su un tratto e su tonalità all’insegna dell’intimismo, così come dell’eleganza.

Anna Cestelli Guidi cura un’esposizione in cui è necessario porre attenzione sulla particolare illuminazione che contraddistingue i quadri selezionati per l’occasione. Astrazione e realismo convivono alla perfezione in una pittura evocativa, quasi metafisica per certi versi. Strizzando un po’ l’occhio a Nicolas De Staël e ai Macchiaioli, Giovannoni si focalizza su una Roma tutt’altro che caotica, attraversata da una luminosità alquanto estiva capace di suggerire quiete, bellezza, poesia.

Categories
Servizi

RELATED BY