Spaccio di droga, blitz di Carabinieri e Polizia di Stato al Tiburtino e sul litorale

A Torvaianica gli agenti hanno sorpreso una gang criminale di 5 elementi dedita alla distribuzione di droghe leggere in spiaggia: con indosso costume e infradito, i poliziotti si sono seduti nelle vicinanze dell'ombrellone aperto dal gruppo di spacciatori non molto lontano dal bagnasciuga e utilizzato come vero e proprio "chiosco" della droga

Blitz importanti effettuati in contesti differenti, ennesime risposte ad un fenomeno tanto ricorrente quanto in crescita come lo spaccio di droga. Ad intervenire al Tiburtino e a Torvaianica, Carabinieri e Polizia di Stato.

Nei pressi di largo Guido Mazzoni, i militari del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Piazza Dante hanno fermato un cittadino greco di 40 anni, in Italia senza fissa dimora. Munito di trolley, l’uomo ha insospettito i carabinieri in servizio per via del suo insolito girovagare. Nel corso dei controlli, sono stati rinvenuti all’interno della sua valigia ben 4,5 kg di eroina prontamente sequestrata (il soggetto è stato immediatamente trasferito nelle camere di sicurezza della caserma).

A Torvaianica, meta molto gettonata dai romani nel periodo estivo, i poliziotti hanno invece sorpreso una gang criminale di 5 elementi dedita alla distribuzione di droghe leggere in spiaggia. Con indosso costume e infradito, gli agenti si sono posizionati nelle vicinanze dell’ombrellone aperto dal gruppo di spacciatori non molto lontano dal bagnasciuga e utilizzato come vero e proprio “chiosco” della droga. Senza farsi notare, le forze dell’ordine hanno studiato con attenzione il continuo andirivieni di clienti.

Grazie alle verifiche effettuate in seguito, sono state recuperate circa 1.000 dosi di hashish e 700 di marijuana, senza contare le banconote, provento di attività illecita. Oltre ad ammanettare i 3 marocchini e i 2 senegalesi, componenti del sodalizio, la Polizia ha quindi fermato e identificato gli acquirenti colti in flagrante, ovvero 3 ragazzi italiani.

Categories
Servizi

RELATED BY