Operazione anti degrado all’Esquilino

Nel mirino dei militari i minimarket che vendono alcol a persone già ubriache

La lotta al degrado non va in vacanza. Continua l’azione a difesa del decoro dei Carabinieri della Compagnia di piazza Dante. A costringere gli uomini dell’Arma a continui interventi in zona Esquilino, le risse scoppiate a causa del cosumo smodato di alcol. Per contrastare il fenomeno alla radice i Carabinieri hanno iniziato a tenere sotto controllo i gestori di negozi che, contravvenendo alla legge che lo proibisce, vendono bevande alcoliche a chi è già ubriaco. I commercianti colpiti in flagranza di reato possono vedersi chiudere l’attività che viene sequestrata. Sono già tre i negozi che hanno dovuto abbassare le serrande per questo motivo, tutti siti in via Foscolo. Ultimo in ordine di tempo, un minimarket, denunciato il gestore del Bangladesh che stava per vendere alcol ad un senza fissa dimora in evidente stato di ubriachezza. Nell’ambito dell’operazione decoro un cittadino del Gambia è stato arrestato dopo essere stato pizzicato mentre vendeva della marijuana ad un cliente. Sedata nelle ultime ore una rissa in piazza Vittorio Emanuele II tra un cittadino del Gambia accoltellato ad un braccio ed un giovane marocchino ferito al volto. Poco prima un borseggiatore romeno, con domicilio nel campo nomadi di via Teano, è stato fermato mentre cercava di sottrarre il portafogli ad un turista dentro alla stazione Vittorio Emanuele della metropolitana.

Categories
Servizi

RELATED BY