Guardia di Finanza di Roma, operazione “Terza età”: fermate 9 persone

Le ricerche effettuate dai finanzieri partono da una precedente attività investigativa attraverso la quale, nel settembre del 2017, fu catturato Massimo Nicoletti, figlio di Enrico, storico cassiere della Banda della Magliana

Un totale di 9 soggetti fermati oltre al sequestro relativo a beni immobili e società pari a circa 11.000.000 di euro. Questo il bilancio dell’operazione condotta dalla Guardia di Finanza di Roma e ribattezzata “Terza età”. Le persone coinvolte sono ritenute responsabili, a vario titolo, dei reati di associazione per delinquere, usura, estorsione ed esercizio abusivo dell’attività finanziaria, senza dimenticare la truffa aggravata ai danni dello Stato, l’auto-riciclaggio e il trasferimento fraudolento di beni con l’obiettivo di eludere la normativa antimafia in materia di prevenzione patrimoniale.

Le ricerche effettuate dai finanzieri partono da una precedente attività investigativa attraverso la quale, nel settembre del 2017, fu catturato Massimo Nicoletti, figlio di Enrico, storico cassiere della Banda della Magliana. Nel corso di quelle indagini si scoprì come un suo faccendiere, in grosse difficoltà economiche, si rivolse ad un certo Mauro Licenziato per ottenere un prestito. Gli investigatori capirono subito come quest’ultimo facesse parte di un sodalizio capeggiato dal padre Mario. Da lì gli agenti hanno ravvisato una serie costante di operazioni di finanziamento abusive effettuate dalla famiglia Licenziato insieme ad altri impostori, pronti a venire incontro alle esigenze di persone bisognose di soldi, puntualmente minacciate in caso di ritardo nella restituzione delle somme ottenute in precedenza.

Categories
News

RELATED BY