Cultura, “Human+”: opere sul futuro al Palazzo delle Esposizioni

In via Nazionale una grande rassegna scientifica destinata ad esplorare i potenziali percorsi futuri dell'umanità considerando le implicazioni delle tecnologie passate così come di quelle emergenti

Un progetto concepito per riflettere sul futuro, non per prevedere come si evolverà la nostra specie. Questo il punto di partenza di “Human+”, nuova mostra accolta al Palazzo delle Esposizioni e aperta al pubblico fino all’1 luglio. Curato da Cathrine Kramer e promosso dall’assessorato alla Crescita Culturale di Roma Capitale, l’allestimento in questione punta a fornire degli interrogativi importanti ai visitatori.

Una grande rassegna scientifica destinata ad esplorare i potenziali percorsi futuri dell’umanità considerando le implicazioni delle tecnologie passate così come di quelle emergenti. Biotecnologia, robotica, intelligenza artificiale: fenomeni che si sono gradualmente inseriti nel nostro vivere quotidiano e con cui bisogna fare i conti.

All’interno delle varie sale scelte per ospitare la grande quantità di materiale selezionato, trovano posto circa 40 opere quali installazioni, film, sculture e fotografie. Artefici di determinati componimenti sono artisti, designer e scienziati riconosciuti a livello internazionale per il loro lavoro di esplorazione fatto nel tempo.

Sottili provocazioni unite a grandi gesti: gli oggetti che caratterizzano “Human+” rappresentano modi diversi di accettare e assimilare i tanti cambiamenti che si sono susseguiti specialmente nell’ultimo secolo di storia.

Categories
Servizi

RELATED BY