Impianti sportivi di Roma Capitale, ecco il nuovo regolamento

Alcune delle novità incluse nel testo riguardano in primis il divieto di effettuare proroghe reiterate, quindi il fatto che ci saranno soggetti ammessi alle gare riconosciuti a fini sportivi da Coni, Cip, Mipaf e Ministero dello Sport

Tutelare la pratica dello sport in strutture pubbliche di qualità e a prezzi controllati: questo l’obiettivo del nuovo regolamento per gli impianti sportivi appartenenti a Roma Capitale. Rinnovando il testo risalente al 2002, viene disposta una classificazione degli impianti stessi con durata differenziata in base alla complessità gestionale, mentre d’ora in avanti ci sarà la possibilità di prevedere anche una durata minima della concessione a seconda della tipologia di struttura.

Altre novità incluse nel regolamento riguardano in primis il divieto di effettuare proroghe reiterate, quindi il fatto che ci saranno soggetti ammessi alle gare riconosciuti a fini sportivi da Coni, Cip, Mipaf e Ministero dello Sport.

Ripristinare l’ordine premiando chi darà vita a progetti meritevoli sia dal punto di vista gestionale che da quello didattico: il Campidoglio riparte da queste basi.

Categories
Servizi

RELATED BY