Nuova Stroke Unit al Sant’Eugenio di Roma

200mila i casi di ictus che ogni anno si verificano in Italia

Il Sant’Eugenio di Roma si dota di una nuova struttura all’avanguardia nella cura dell’ictus. Il nuovo reparto è una Stroke Unit ovvero un’unità dedicata alla cura delle malattie cerebrovascolari. Sono 200mila i casi di ictus che ogni anno si verificano in Italia. Per questa malattia è cruciale l’intervento tempestivo in un reparto in grado di fornire le terapie trombolitiche il prima possibile. Infatti oggi solo il 55% dei malati viene dimesso dagli ospedali in condizioni di autonomia, mentre il 20% di chi ha subito un ictus non recupera più le funzioni cerebrali compromesse. Per questi pazienti essere curati in una Stroke Unit significa ridurre significativamente il rischio di morte fino al 18% e raddoppiare la possibilità di essere dimessi in condizioni di indipendenza funzionale. Il presidente Zingaretti ha inaugurato la nuova struttura che prevede 12 posti letto dedicati alla cura delle malattie neurologiche, la metà è riservata alla cura dell’ictus ischemico ed emorragico.L’uscita dal commissariamento”, ha sottolineato il Governatore, “ha permesso di costruire quello che è stato distrutto e l’apertura di questo reparto rinnovato dimostra”, continua Zingaretti, “la totale inversione di tendenza rispetto al passato”.

Categories
Servizi

RELATED BY